Consigli per una valigia perfetta!

In questo periodo moltissimi Exchanges Student sono alle prese con i bagagli per le imminenti partenze! Anche io come loro e non so dove sbattere la testa… Vorrei portare tutto con me ma ho a disposizione solo 20 kg quindi spedirò dei pacchi con ciò che non entra in valigia.

Vi riporto qui sotto una lista che ho stilato grazie ai consigli di alcuni Exchanges che hanno già terminato la loro esperienza e spero possa esservi d’aiuto!

Per quanto riguarda l’abbigliamento, ovviamente dipende dalle zone nelle quali vi trasferirete. Io ad esempio, sto portando solo cose invernali(purtroppo dalla mia amata Sicilia con 35 gradi, passerò a Dublino con temperature nettamente inferiori). Posso inserire invece la biancheria intima(slip, calzini e reggiseni). Vi consiglio di svuotare l’armadio e portarli tutti.

Copia documenti(per qualsiasi evenienza)
2 carte prepagate(per evitare di rimanere senza se una si smagnetizza)
Adattatore presa elettrica
Medicine che utilizzate spesso e di cui avete bisogno(per me è essenziale un farmaco per l’allergia per esempio e uno per dolori mestruali)
Sciarpa,cappello,guanti(rigorosamente di lana)
Spazzolino
Spazzola e pettine
Silk epil
Vocabolario
Quaderni(non ne porterò più di due, li compro lì)
Bianchino, penne, matite e gomma
Zaino e portapenne
Tagliaunghie
Accappatoio(gli asciugamani per il bagno sono forniti dalla famiglia molte volte. Io porto solo l’accappatoio infatti)
Pinzette
Cuffia, occhialini e costume(mi hanno detto che molti ragazzi vanno spesso in piscina  fare una nuotata ed è un modo per fare nuove amicizie. Non è il mio sport ma proverò lo stesso)
Assorbenti(1|2 pacchi, ci sono i supermercati lì)
Spugna
Pigiama
Trucchi e struccanti
Eventuali creme idratanti(io ad esempio, la mattina uso un gel della Garnier)
Lametta
Infradito
Pantofole
Abbigliamento sportivo(io gioco a tennis, porterò tutto il necessario)*
Strumenti musicali(sicuramente non posso portare il mio pianoforte, ma il mio clarinetto si. A scuola studierò musica ma li porto anche perchè non voglio abbandonare gli studi musicali)*
Apparecchio(io uso un apparecchio notturno)
Ombrello(SE ANDATE IN IRLANDA NON DEVE MANCARE MAI DAL VOSTRO ZAINO)
Spina elettrica multipresa(per evitare di utilizzare tutte le prese elettriche della casa)
Crema mani(le mie mani con il freddo si screpolano e sanguinano quindi è essenziale per me)
Portatile(necessario per la scuola e molto altro)
Caricabatterie vari
Burro cacao(per me assolutamente necessario).

*Magari non li porterò subito con me, li spediranno i miei genitori.

Non ho seguito un ordine ben preciso. Spero di non aver dimenticato nulla e spero inoltre che possa esservi d’aiuto!

Come ultima cosa, sotto consiglio dei ”vecchi Exchanges”, dopo i primi due|tre mesi spedirò un pacco in Italia delle cose che non userò. Evitiamo di tenere con noi cose inutili.

-16

 

Pensieri.

6 Agosto. Normalissimo giorno d’estate. 36 gradi. Esco dalla doccia e non capisco se sono ancora bagnata o già sudata.

Penso a ieri sera. Ho fatto le 3.30, le mie ultime serate italiane.

Smetto di pensare a ieri sera.

Non so cosa mettere stamattina.

Mi rendo conto che c’è una bellissima giornata e non posso non andare al mare.

Metto il costume.

Vado al mare.

Torno.

Faccio la seconda doccia.

Vedo una valigia per terra e mia sorella accanto che la riempie.

Penso alla mia.

La valigiaaaaaa!! Una delle preoccupazioni è proprio questa. Ho paura di portare cose inutili e dimenticare cose più importanti. Far rientrare tutto in 20 kg poi… su questo spero di fare un altro articolo che potrà essere d’aiuto ai futuri Exchange.irlanda-valigia-t

In tutto questo mancano 20 giorni alla partenza.

Immagino già con molto entusiasmo la mia nuova vita, la mia nuova scuola e i nuovi amici. La mia host family sembra molto carina e sono sicura di trovarmi bene con loro 🙂 ma ovviamente le preoccupazioni non mancano… Mi preoccupa molto il primo periodo, sarà difficile. Preferirei saltare come minimo i primi tre mesi e passare direttamente a quando saprò parlare meglio l’inglese e quando avrò il mio gruppo di amici! Ma si sa, prima c’è la salita e non vedo l’ora di arrivare in cima per iniziare la discesa!

Molti sono stati i commenti al mio “mi trasferisco a Dublino, per anno!” . Ringrazio tutti coloro che hanno appoggiato questa mia scelta, incitandomi e non scoraggiandomi al contrario di coloro che “oddio, da sola?”, “ma sei pazza?” perché è grazie a loro che ho preso più coraggio! Sono del parere che non bisogna mai arrendersi ma mettersi alla prova. Questa è un tipo di esperienza che ti permette di diventare più forte, perché non è facile mollare tutto a 17 anni, trasferirsi in un altro posto e cambiare vita. “Cambiare famiglia”, conoscere nuovi amici, imparare una nuova lingua. Penso che noi Exchange Student siamo ragazzi che hanno voglia di mettersi gioco, ragazzi forti, ragazzi disposti a lasciare tutto per un periodo di tempo che fra molti anni ricorderemo come uno dei più belli della nostra vita, se non il più bello!

Perchè l’Irlanda

Come già annunciato dal titolo, in questo articolo parlerò delle motivazioni che mi hanno spinto a scegliere l’Irlanda e in particolare la capitale, Dublino (ricordo che la mia agenzia mi ha permesso di scegliere la destinazione, cosa che altre agenzie non permettono). Cercherò di essere il più breve possibile anche se la scelta l’ho presa dopo moooolto tempo ahahah

Partendo dal presupposto che il mio obiettivo è imparare l’inglese, ho subito escluso i paesi la quale lingua principale non è questa, anche se non mi dispiaceva il Belgio. L’anno scorso sono andata con i  miei genitori e mi sono praticamente innamorata. La scelta quindi ricadeva su America, Australia, Regno Unito e Irlanda.

Andando per ordine, tra America e Australia avrei preferito l’ Australia perchè,  nel mio caso, l’America è più accessibile per un viaggio o un breve soggiorno dato che mia sorella maggiore studia in Arizona e i miei zii vivono in California! Anzi, spero di andarli a trovare presto per scoprire quest’altra realtà molto diversa da quella italiana.

Tra Regno Unito e Irlanda, diciamo che non è stato facile scegliere. Mi affascinavano città come Liverpool, la città dei Beatles, ma anche la sua famosa rivale, Manchester, per non parlare di Londra! Dell’Irlanda sicuramente i suoi immensi paesaggi verdi e le contee coloratissime! Alla fine sotto consiglio dei miei genitori, ho preferito l’Irlanda.

Escluse America e Regno Unito, dovevo scegliere tra Irlanda e Australia. Bene, una a distanza oltre oceano, 14.381 km e l’altra a 2.565 km. Una notevole differenza!

Ma c’è una cosa che fin ora non ho detto, un piccolo problemino, un muro che spero di abbattere presto: l’aereo!

 

Si, ho paura dell’aereo. Penserete ”e allora dove pensi di andare?” ” se hai paura dell’aereo non andrai mai da nessuna parte” . NO! Questa cosa è nata da un volo ”stupidissimo” da Catania diretto a Roma che non fu uno dei migliori per nessuno. Prima salivo in aereo tranquilla ma da quella volta, piango.

Questa paura però non ha mai fermato e mai fermerà i miei sogni, la mia voglia di scoprire e conoscere il mondo! Non è una fobia, forse solo un po’ di ansia. Mi sfogo un po’ piangendo durante le ore di volo e basta.

Tralasciando questo, i miei genitori mi hanno ancora una volta consigliato l’Irlanda sia per la cultura, per la storia antichissima che porta sulle spalle ma soprattutto per il sistema scolastico che è uno dei più simili a quello italiano.

A questo punto dovevo scegliere la città! L’agenzia mi ha subito proposto la contea di Cork e zone limitrofe e guardando foto e video mi era piaciuto moltissimo! Zone nelle quali ogni casa aveva un colore e questo andava a creare un’atmosfera magica e accogliente al tempo stesso! Ma qualcosa non mi convinceva. Sono sempre stata affascinata dalle grandi capitali europee… non potevo farmi sfuggire l’occasione di abitare e conoscere una di queste!

Così chiedendo consigli all’agenzia, sempre stata disponibilissima a qualsiasi dubbio o domanda, alla fine ho scelto la capitale e penso di aver fatto la scelta giusta!

E Dublino sia!!

-45

-Flavia

 

Presentazioni

Ciao a tutti, mi chiamo Flavia, ho 16 anni e frequento il Liceo Classico. Ho deciso di aprire questo blog per raccontare la mia esperienza e perchè penso che quando sarà tutto finito mi farà piacere ricordare i miei giorni irlandesi rileggendo gli articoli.

Vivo a Scicli (la Vigata del Commissario Montalbano), un paesino in provincia di Ragusa che amo immensamente. Adoro ogni angolo della mia città e della mia terra, dalle immense spiagge al clima, dalla maestosità delle chiese e dei palazzi alla generosità dei siciliani che sanno sempre raccontare una storia o un aneddoto e last but not least amo IL CIBO!!

Purtroppo presto lascerò l’ amata terra mia per un anno per trasferirmi a Dublino, dove intraprenderò il percorso dei cosiddetti Exchange Student.

Conoscevo già questo tipo di esperienza ma ho iniziato ad informarmi maggiormente quando i miei genitori mi proposero di provare a rientrare nelle graduatorie delle borse di studio offerte dal  Progetto Itaca(dove non rientrai ahah). Malgrado la mancata vittoria della borsa di studio, contattammo un’agenzia e da qui iniziò la lunga avventura caratterizzata da ricerche, telefonate ed e-mail. (L’agenzia si chiama ECC e penso sia una delle migliori sia per la cortesia e per la disponibilità degli operatori che per il fatto che ho scelto io destinazione e scuola, cosa che molte altre agenzie non permettono).

Ho accettato fin da subito di lasciare(a malincuore) la mia famiglia, i miei amici, le mie passioni, la mia terra. Sono una ragazza molto determinata, mi piace scoprire e conoscere nuove realtà. Penso che questo tipo di esperienza mi cambierà la vita, in senso positivo ovviamente. Passare un anno lontano da casa a 16 anni non è facile per nessuno e proprio per questo spero di diventare una persona più forte e matura.

-Flavia

Blog su WordPress.com.

Su ↑